Le due porte del mito

Patrizia Grande

 18,00

Pagine: 240
Data di pubblicazione: 4 Dicembre 2015
ISBN: N/A Categoria: Tag:
"Una lettura piacevole per l'ottima scrittura e il ritmo evocativo che conduce il lettore nei labirinti della mitologia olimpica, in tutte le sue ramificate connessioni con l'epica, la tragedia e la filosofia". Paolo Casini

Un’unica narrazione lega il mito alle riflessioni dei primi filosofi in un gioco di continui rimandi di immagini, raffigurazioni e strutture segrete che sarà interrotto soltanto dalla scissione tra corpo e mente, codificata dalla razionalità di Platone. Nel tempo necessario affinché Caos, Gaia, Oceano, Zeus, da sempre invisibili agli occhi dei mortali, perdano gradualmente i loro contorni per lasciare il posto al linguaggio nuovo che li chiamerà Aria, Terra, Acqua e Fuoco, si intrecciano storie di donne e fanciulle, di eroi vincitori e padri impietosi. Paradossalmente saranno proprio gli dèi a indicare ai filosofi la porta per abbandonare il mito, rivelando la dinamica che muove il mondo naturale ed umano: la legge dei contrari, la continua trasformazione che accompagna ogni vicenda umana. Così si fronteggiano Artemide e Atena come si contrastano natura e cultura; vengono sacrificate in nome della stessa esclusione l’intelligente Metis e Ifigenia, sincera e ingenua adolescente. Nella formazione del logos occidentale si impone la storia di Orfeo ed Euridice, presupposto della religione orfica, che sostituisce violentemente con l’anima immortale la psyché, la fanciulla della favola di Amore e Psiche.