L’equazione della coscienza

Prefazione di Giacomo Marramao. Postfa

Marco Crespi

 16,00

Pagine: 180
Data di pubblicazione: 9 Ottobre 2020
ISBN: N/A Categorie: , Tag: ,
La coscienza umana è “solo"... oppure è “anche”...?
"Da questa formula Marco Crespi inizia il suo viaggio, lasciandosi alle spalle le numerose letture della filosofia occidentale e della sapienza orientale per attingervi alla bisogna con una libertà prossima a quel sovrano arbitrio senza cui sarebbe vana illusione pensare di metter mano a un'opera innovativa". Dalla Prefazione di Giacomo Marramao

Questo non è un libro scientifico e non propone al lettore né una mappa delle funzioni del cervello, né una nuova teoria sulla psiche, né un’ennesima forma di spiritualità new age. Si tratta di una provocazione intellettuale, di una bomba a mano gettata sull’interpretazione filosofica materialista e riduzionista del dualismo psiche/materia: la forma-discorso adottata di solito dal riduzionismo si rivolta come un aspide contro gli iper-razionalisti. In questo senso il termine “equazione” serve solo per creare una metafora il cui scopo è quello di scardinare fino alle fondamenta la lettura mortificante della coscienza umana, quella che riduce ogni cosa ad algoritmi e schemi linguistici e comportamentali. Siamo in un’epoca in cui molti ritengono che l’Intelligenza Artificiale stia per superare quella umana e che si debba estendere il termine “coscienza” anche alle macchine. La metafora di cui si serve l’autore rende possibile una riflessione su cos’è veramente la coscienza che include, tra i fattori da considerare, il sogno, l’intuizione, la conoscenza non-verbale e perfino la conoscenza mistica, quella su cui, direbbe Wittgenstein, «non si può parlare ma si deve tacere». È anche una possibile lente per scorgere in trasparenza quel quid misterioso che trasforma la somma delle nostre esperienze in senso di identità. Gettate pure la scala dopo averla utilizzata, ma assicuratevi prima di aver cambiato piano di percezione!