L’Oscura allegrezza

Manuela Diliberto

Pagine: 590
Data di pubblicazione: 3 Marzo 2017
ISBN: N/A Categoria: Tag: , , , ,
Una scelta mancata può cambiare il corso di una vita?
Vincitore del Premio Zingarelli 2018 per la sezione narrativa edita con la seguente motivazione: "La trama leggera, riflessiva, intrigante ed originale è densa di richiami e riferimenti raffinati che intersecandosi con il narrato dei protagonisti ne mette a nudo il problematico intimo".

Roma, 1911. Alla vigilia di cambiamenti che trasformeranno l’Europa, Giorgio, un giornalista di famiglia borghese, si abbandona all’inerzia rassicurante di un socialismo di facciata. L’incontro con una giovane donna indipendente lo allontanerà da ciò che gli è più caro per spingerlo verso un cammino scomodo, unica via per la felicità.
Riuscirà a cogliere la possibilità di un amore irripetibile, unico nella sua intensità?
Attraverso un racconto che ha la freschezza della narrazione spontanea, Bianca, una ragazza emancipata che ha scelto di vivere una vita comunista e militante, tiene un diario intimo. Una grave malattia e l’inaspettata irruzione nella propria vita di una passione tanto struggente quanto inverosimile la porteranno a mettere in discussione le convinzioni più incrollabili.
Il racconto di Giorgio, che dopo cinquant’anni ritorna sul proprio passato, si confronta così con le confessioni di una giovane donna dal destino drammatico, con un cambiamento di prospettiva che ricorda il capolavoro di Kurosawa Rashomon.
Al termine del romanzo, come originale postfazione, un’intervista a Pif sul tema “scegliere o far finta di niente?”.