Uluğ Bek. L’astronomo di Samarcanda

Jean-Pierre Luminet

Pagine: 272
Data di pubblicazione: 2 Marzo 2018
ISBN: N/A Categoria: Tag: , ,
Un miracolo di civiltà e di sapienza a Samarcanda, all’inizio del XV secolo?

All’alba del 1400 Tamerlano con le sue orde devasta l’Asia centrale. Città distrutte, stragi, deportazioni. Circa trent’anni dopo, nel 1429, suo nipote Uluğ Bek, re astronomo e poeta, inaugura a Samarcanda il più grande osservatorio del mondo, dedicato alla pace e alla conoscenza dell’universo. La città è divenuta il faro d’Oriente: ha la più grande università dei suoi tempi, una scuola Sufi che irradia spiritualità, ed è attraversata da carovane ricchissime nel loro grande viaggio attraverso le terre conosciute. Un breve periodo di prosperità, prima e dopo il quale il mondo si abbandona a intrighi di palazzo, guerre e saccheggi. Seguendo il percorso del re saggio e dei grandi scienziati che lo accompagnano nella realizzazione del suo sogno, facciamo i conti con il lato migliore dell’umanità e con quello peggiore. Con la consapevolezza che anche se
una battaglia si perde, alla fine la luce della conoscenza non può che prevalere.